Ray Ban Official Site Sale

Nel ’96 interpreterà il fosco protagonista di Jude per Micheal Winterbottom, accanto a Kate Winslet e nel ’98 appare ne Il prezzo dei rubini, questa volta nei panni del cognato con cui intrattiene una relazione amorosa la protagonista Renée Zellweger. Sempre nel ’98 è il minaccioso duca di Norfolk nel raffinato Elizabethdi Shekar Kapur, dove recita al fianco di un’altra grande attrice: Cate Blanchett. I suoi personaggi sono sempre, in qualche modo, delle rielaborazioni del male.

Cerca un cinemaTim ha 21 anni, ed è un ragazzo piuttosto impacciato, quando apprende da suo padre che tutti gli uomini della sua famiglia hanno un dono particolare. Se si chiudono in un luogo in cui nessuno può vederli e stringono con forza i pugni possono fare dei balzi indietro nel loro passato potendolo così modificare per poi tornare al presente. Tim decide di utilizzare subito questo ‘potere’ per cercare di trovare una compagna.

Probabilmente è il capolavoro di Frank Capra, certamente uno dei film più belli e amati usciti dalla fucina americana, sostenuto da una magistrale interpretazione di James Stewart. La storia è molto semplice: George Bailey per tutta la sua vita rinuncia a qualche cosa pur di servire gli altri. Da bambino salva il fratello caduto in uno stagno ghiacciato, ma prende un’otite che lo rende sordo da un orecchio.

Certi uomini mentono per non soffrire e per non fare soffrire. Appartengo anch’io alla categoria dei maschi che rifuggono il conflitto, nella speranza che la vita vada a posto da sola. Ma non succede quasi mai. Due anni dopo in Da qui all’eternità gareggia in bravura con Montgomery Clift, ritenuto un genio della recitazione. Successivamente si adegua all’emotività di una Magnani ne La rosa tatuata. Lancaster si pone orizzonti sempre nuovi, non si ferma mai su un clichè.

It seems to me that part of the problem is the idea of Jesus being “fully man” and “fully God” simultaneously. But I think some of this is stuff that has come up AFTER Jesus. For example, the Ebionite Christians of the 2nd Century said that Jesus was man, but not God, but the Docetist Christians (same era) said Jesus was fully God, but not a man at all (since, by their thinking, God couldn’t be debaucherized by entering a sinful world.

Il libro mi aveva piacevolmente intrattenuto. Non una delle migliori storie che il noto autore ha scritto ma decisamente una bella storia. Certo, non mi aspettavo molto dal film quasi come presentimento. Ho visto il film ad una proiezione in anteprima a Firenze e mi stupisco del successo avuto al Festival di Venezia: il film è bruttino, noioso, SCONTATO, le (poche) battute sono prevedibili. Insomma un film assolutamente inutile e paragonarlo a Mediterraneo mi sembra davvero fuori luogo. Necessita di nuova linfa, di talento, di qualcuno che osi..

Lascia un commento