Ray Ban Wayfarer Original Rb2140

Ebbe un ruolo di supporto più sostanziale nel thriller di Norman Mailer I duri non ballano, dove interpretò la parte del padre di Ryan O’Neal, il protagonista. Lavorò inoltre nell’horror Unico indizio la luna piena, adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo breve di Stephen King. Nel 1991 Quentin Tarantino gli affidò la parte del criminale Joe Cabot nel suo thriller Le Iene.

Burt Reynolds, di bianco vestito, ormai specializzato in macchiette, è la sola presenza “nobile” nel ruolo di un sibdolo trafficante di tutto, corrotto e corruttore. Mentre il decrepito cantante country Willie Nelson, un’icona americana, spende gli ultimi spiccioli di una carriera decorosa. Belle ragazze in hot pants, pastorizzate in stile “Play Boy”, fanno da contorno alle gimkane automobilistiche, vere protagoniste della pellicola.

A dispetto dell’andamento incerto di Piazza Affari, quest’oggi i titoli del settore del lusso riescono a viaggiare in positivo, sostenuti dalla trimestrale di Burberry che si è rivelata migliore delle attese.Le attese sui conti di MonclerL’attenzione degli investitori è già rivolta ai risultati del secondo trimestre che per il comparto del lusso saranno diffusi a partire dalla fine di luglio.Moncler alzerà il velo sui numeri del secondo trimestre il 27 luglio prossimo e gli analisti di Banca Akros si aspettano un’altra performance brillante in ogni area geografica.Le attese per i primi sei mesi dell’anno indicano un fatturato in rialzo del 15,3% a 341,2 milioni di euro, mentre l’Ebitda è visto in ascesa del 15,9% a 75,5 milioni, a fronte di un utile netto in aumento del 2,8% a 35,1 milioni di euro.Banca Akros si aspetta che Moncler realizzi uno dei migliori trimestri nel settore del lusso, confermando la raccomandazione “buy con un prezzo obiettivo a 19,6 euro. In attesa dei conti trimestrali, gli analisti credono che Moncler continuerà a sovraperformare il mercato malgrado il difficile contesto macro.Cautela sulla trimestrale di LuxotticaMeno entusiastiche le previsioni per Luxottica visto che gli analisti di Equita SIM non si aspettano accelerazioni nel secondo trimestre, dopo la debole partenza d’anno, per via di un contesto di consumi difficile, di una stagione climatica non favorevole e di una rigorosa implementazione della minimum advertised policy per ripulire la distribuzione di Ray Ban.Gli analisti di Equita SIM con riferimento all’anno in corso e al prossimo riducono le stime sui ricavi del 3% a 9,197 milioni di euro, del 7% quelle di Ebit a 1,436 miliardi, mentre le previsioni sull’utile sono tagliate dell’8% a 867 milioni di euro.La SIM milanese mantiene una view neutrale su Luxottica, con una raccomandazione “hold” e un prezzo obiettivo abbassato del 10% a 46 euro.Lo stesso rating hold viene confermato da Jefferies con un target price a 40 euro in attesa dei conti trimestrali. Il broker si aspetta numeri misti e non esclude che la società cambi la guidance sulla crescita organica per l’intero anno, che attualmente precede un rialzo del 5% 6%.Cautela viene espressa anche da Jp Morgan che sul titolo mantiene ferma la raccomandazione “neutral” con un target price ridotto da 56 a 52 euro.

Lascia un commento