Robert Downey Jr Ray Ban

Vai alla recensioneRivoluzione cinematografica dell del ventunesimo secolo. Matrix. Storia fantascientifica che immagina che il mondo dove viviamo non sia altro che un gigantesco programma informatico dopo l tenuta prigioniera. Un po’ come succede per Manhattan. Nel mio film ho scelto di rappresentarla non realisticamente, ma soggettivamente, con gli stessi occhi con cui la guardai la prima volta. Devo ammettere però che il mio approccio al lavoro non cambia se giro in una città o in un’altra: giro ovunque allo stesso modo.L’ha influenzata il cinema francese?Allen: Quando ero giovane sì, moltissimo.

Nel film, un gruppo di donne, solidali e militanti, combatte al fianco della fondatrice della Women’s Social and Political Union, per la conquista dei diritti e il diritto al voto per le donne nella Londra d’inizio ‘900. Tornerà anche nelle vesti della Regina Rossa non più diretta dal marito ma da James Bobin in Alice attraverso lo specchio.Bellatrix Lestrange nella saga potterianaLa Bonham Carter è riuscita, addirittura, a insidiare il maghetto più famoso del cinema nelle sinistre fattezze di Bellatrix Lestrange in Harry Potter e l’ordine della fenice, Harry Potter e il principe mezzosangue, nonché in Harry Potter e i doni della morte.L’eccentrica artista è stata a lungo fidanzata con il collega Kenneth Branagh (col quale ha recentemente lavorato in Cenerentola, in cui interpreta la fata madrina). Ha avuto anche un flirt con Rufus Sewell e Steve Martin prima di convolare a nozze con Tim Burton.Cinque anni, otto mesi, 12 giorni.

Arctic Ocean drilling is a gamble with catastrophic consequences for the people, wildlife and the sensitive ecosystem of the region. And yet major companies like Shell and Exxon are making aggressive moves to usher in a new “oil rush” in the Arctic Ocean. Although the Obama administration made the Arctic Ocean off limits to offshore oil drilling for two years, those protections are at risk.

Il ruolo è suo. Il film diventa un cult e lei si aggiudica una nuova candidatura all’Oscar e una ai Golden Globe, stavolta come miglior attrice protagonista.La quinta candidatura all’Oscar per Le relazioni pericoloseMa questa tossica interpretazione, questa donna feroce e apparentemente incrollabile, ma corrosa da irriferibili malinconie, le rimane addosso e quando gli Studios cercano la nuova Marchesa di Merteuil, la malefica e sofisticata manipolatrice di nobili in Le relazioni pericolose (1988) con Michelle Pfeiffer e John Malkovich, non possono che chiedere a lei. Fastosa e scandalosa, la Close celebra questa sua rinnovata maschera con un’altra candidatura all’Oscar (che stavolta favorirà Jodie Foster in Sotto accusa) e un’inedita nomination ai BAFTA.Segni di declino nei primi Anni NovantaMa dopo il struggente ruolo della regina Gertrude nell’Amleto (1990) con Mel Gibson e quella della presunta vittima di un omicidio (Sunny von Bulow) in Il mistero Von Bulow (1990), la platea continua a non parteggiare volentieri per lei e qualcosa si rompe.

Lascia un commento